Parrocchia
Santa Maria Domenica Mazzarello - Roma
Seguici su:
   2 Novembre 2019. Indulgenza Plenaria in suffragio dei defunti e celebrazioni in Parrocchia.
Commemorazione dei fedeli defunti.

In Cristo tuo Figlio, nostro Salvatore rifulge a noi la speranza della beata resurrezione, e se ci rattrista la certezza di dover morire, ci consola la promessa dell'immortalità futura. Ai tuoi fedeli, o Signore, la vita non è tolta, ma trasformata; e mentre si distrugge la dimora di questo esilio terreno, viene preparata un'abitazione eterna in Cielo.

INDULGENZA PLENARIA IN SUFFRAGIO DEI DEFUNTI.
Da mezzogiorno del 1 novembre fino a tutto il giorno successivo è possibile ottenere per una sola volta l'indulgenza plenaria in suffragio dei defunti. L'indulgenza potrà essere conseguita secondo le seguenti condizioni:
- visitare una chiesa;
- recitare il Credo e il Padre Nostro;
- accostarsi alla Confessione con sincero impegno di distaccarsi dal peccato;
- partecipare alla Santa Messa ricevendo la Comunione;
- pregare secondo le intenzioni del Papa.

L'Indulgenza in suffragio dei defunti è concessa, inoltre, una volta al giorno, ai fedeli che dal 1° all’8 novembre visitano devotamente il cimitero, pregano anche soltanto mentalmente per i fedeli defunti e adempiono alle condizioni già indicate (Confessione con esclusione da qualsiasi affetto al peccato, Comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice).

Nella giornata di sabato 2 Novembre in Parrocchia celebriamo la Santa Messa in suffragio dei defunti della Comunità Parrocchiale alle ore 8.30 e alle ore 10.00. Alle ore 18.00 sarà invece celebrata la Santa Messa prefestiva della domenica durante la quale saranno ricordati e affidati alla Misericordia di Dio tutti i defunti della nostra comunità parrocchiale, con una intenzione particolare per i nostri cari che sono tornati in Cielo nel corso dell'ultimo anno.

ULTIMI AGGIORNAMENTI
Disponibile la nostra lettera parrocchiale settimanale in formato PDF da leggere su pc, smartphone e tablet.

Visualizza l'edizione del
10.11.2019