Parrocchia
Santa Maria Domenica Mazzarello - Roma
Seguici su:
   La Liturgia di della solennità di Maria Santissima Madre di Dio.
Il Signore faccia risplendere su di noi il suo volto.

Il capodanno è ricco di molti significati: prima di tutto l’inizio di un nuovo anno, che ci fa riflettere sul senso del tempo nel quale si realizza la nostra storia; vi è poi la solennità di Maria Madre di Dio e la giornata mondiale della pace. Le preghiere liturgiche e le letture di questa solennità ci aiutano a riflettere su queste tematiche illuminando i nostri passi, sia a livello personale che comunitario, in questo nuovo anno che il Signore ci dona.

La prima lettura riporta la breve formula di benedizione che i sacerdoti di Israele invocavano sul popolo al termine delle principali feste liturgiche. Si tratta di una preghiera molto antica, come attestano due piccole lamine in argento, rinvenute nel 1980 in una necropoli vicino a Gerusalemme, sulle quali è incisa una citazione di questa benedizione. Le due lamine, risalenti al VII-VI secolo a.C., sono le più antiche iscrizioni contenenti un testo biblico sino ad ora conosciute. Il significato della benedizione è il riconoscimento che ogni bene viene da Dio che, quando è accolto nel nostro cuore, ci custodisce e ci dona pace e salvezza.

All’inizio di un nuovo anno, allora, le parole di questa benedizione colorano il nostro avvenire di un profondo significato: il tempo che abbiamo davanti a noi, pur tra le asperità, i momenti di prova e gli affanni che a volte si presentano, è provvidenza e occasione per poter incontrare Dio e accogliere il suo amore e la sua salvezza.

Dell’incontro con Dio nella storia umana ci parla anche il brano del Vangelo che mette in risalto, sullo sfondo della narrazione della nascita di Gesù, la figura della Vergine Maria e quella dei pastori. In loro san Luca ha illustrato con profondità e semplicità l’atteggiamento del credente che, in virtù della fede, riesce a cogliere nella sua storia il fascino dell’eterno. Con poche parole l'evangelista ci presenta così la Vergine Maria che custodisce quanto le è accaduto nel suo cuore.

Questa immagine, che trasmette al tempo stesso emozione, stupore, preoccupazione e speranza, ci riporta al momento in cui la Vergine Maria ha accolto il progetto di Dio. Attraverso il suo “Sì” Maria ha congiunto cielo e terra, ha costruito uno spazio in cui ospitare e custodire la Parola di Dio, per amarla e farla crescere.

Come la Vergine Maria e sul suo esempio, ciascun credente, ognuno di noi, è chiamato a creare nella propria vita uno spazio per la parola di Dio, a proteggerla e a mantenerla viva. Affinché, come i pastori nella notte di Betlemme, i nostri occhi possano essere così pieni della luce di Dio da poter portare al mondo la sua pace e il suo grande messaggio di amore che si chiama Vita.

Carissimi, giunga a tutti voi il nostro più lieto augurio di un sereno nuovo anno. Per intercessione di Maria Santissima Madre di Dio, ci benedica e ci custodisca Dio onnipotente, effonda su di noi la sua grazia e sostenga il nostro cammino durante il nuovo anno 2022!

ULTIMI AGGIORNAMENTI
Disponibile la nostra lettera parrocchiale settimanale in formato PDF da leggere su pc, smartphone e tablet.

Visualizza l'edizione del
19.12.2021